Le recenti dimissioni del presidente di Cosmo, Bruno Zavattaro, e tutti gli articoli pubblicati recentemente sulla stampa locale possono essere l’occasione per fare il punto sulla gestione dei rifiuti avviata da alcuni mesi su praticamente tutto il territorio di Casale Monferrato e dei Comuni che fanno parte del Consorzio per la raccolta dei rifiuti. La scelta di attuare la raccolta differenziata con il sistema del “porta a porta” è stata voluta da tutte le amministrazioni del territorio casalese per poter raggiungere gli obiettivi previsti dalla legge e per prolungare la vita della discarica di “Bazzani”. I comuni aderenti a Cosmo sono 44 e di seguito elencati: Alfiano Natta, Balzola, Borgo S. Martino, Bozzole, Camagna, Camino, Casale Monf., Castelletto Merli , Cella Monte, Cereseto, Cerrina Monf., Coniolo, Frassinello M.to, Frassineto Po, Gabiano, Giarole, Mirabello M.to, Mombello M.to , Moncalvo, Moncestino, Morano sul Po, Murisengo, Occimiano, Odalengo Grande, Odalengo Piccolo, Olivola, Ottiglio, Ozzano M.to, Pomaro M.to , Pontestura, Ponzano M.to, Rosignano M.to, Sala M.to, S. Giorgio M.to, Serralunga di Crea ,Solonghello, Terruggia, Ticineto, Treville, Valmacca, Vignale M.to, Villadeati, Villamiroglio, Villanova M.to.

Ma concentriamoci su Pomaro e sui comuni appartenenti alla comunità “UNIONE TERRE DI PO e COLLINE DEL MONFERRATO”. La raccolta, per i primi mesi del 2009, si attesta al 57 % un po’ in miglioramento rispetto l’anno precedente, ma bisognerà impegnarsi ancora per raggiungere un buon livello. Per quanto riguarda la copertura da parte dei cittadini dei costi del servizio come si può vedere dalla tabella.

COMUNI                             COPERTURA COSTI

Borgo San Martino                         90 %

Bozzole                                              100%

Frassineto                                         92%

Giarole                                              100%

Mirabello                                         96,14%

Occimiano                                         100%

Pomaro                                               73%

Valmacca                                         96,94%

 

Pomaro si differenzia dagli altri comuni dell’unione, infatti mentre per alcuni di loro il costo del servizio viene completamente pagato dai cittadini (vedi Bozzole, Giarole Occimiano) e per altri si avvicina alla completa copertura, per noi questa risulta essere del 73% da parte della cittadinanza e la rimanenza del 27% viene assicurata dal Comune. Sono allo studio da parte dell’amministrazione gli interventi da attuare anche in attesa di un possibile aumento delle tariffe da parte di Cosmo.

Franco Daquarti

Annunci